Stage al Ministero dello Sviluppo Economico...opportunità o sfruttamento?

Quando ho iniziato a scrivere il mio Blog ReMediAtion mi sono promesso di non "uscire mai fuori dai binari", di parlare e ragionare a voce alta sempre e soltanto di spunti e argomenti che fossero inerenti al tema di questo spazio in rete...comunicazione, giornalismo on line, Internet, Web 2.0, marketing...

E' da tanto che non scrivo...circa 5 mesi, in cui sono successe tante cose nella mia vita, piacevoli e meno piacevoli..."quanto mi manchi" starà pensando il mio Blog ReMediAtion...ma ora eccomi qua, a riscrivere dopo tanto tempo e soprattutto a tralasciare la mia promessa iniziale...caro Blog ReMediAtion non restarci male se oggi non parlo delle solite cose sul nostro amato Web...

Si, perché l'input a riscrivere sul mio Blog viene da una delle tante e comuni offerte di lavoro...si tratta di uno stage di 4 mesi presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Più nel dettaglio, si tratta di un programma di tirocinio che è stato siglato dalla Fondazione CRUI per le Università Italiane e dallo stesso Ministero...qualcuno dirà "grande opportunità!"

Certo...ma qualche riga fa ho parlato di "una delle tante e comuni offerte di lavoro"...eh si, perché anche questa - come tante altre proposte ai laureati in cerca di occupazione - è RIGOROSAMENTE GRATIS! Niente stipendio, ma quello che più colpisce è NIENTE RIMBORSO SPESE!


In pratica, chi dovrebbe garantire la crescita economica del nostro Paese - e di conseguenza dei giovani che vi fanno parte e che tra qualche anno saranno la spina dorsale dell'Italia - ovvero il MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO (non sarà un caso se si chiama così...o forse è davvero un caso?) sfrutta i giovani laureati (e scommetto che sia in cerca di persone anche brillanti!) senza sborsare nemmeno un euro per il caffè...

Potremmo ragionare sugli stipendi dei Parlamentari (altro che caffè!), sulle politiche di occupazione del nostro Paese, sulla Legge 30 o Legge Biagi del 2003...ma questo non è altro che uno spunto di riflessione, se volete una denuncia on the Blog, o magari uno sfogo di chi si fa portavoce di tutti quelli (e sono tanti) che lottano, aspettano, fremono, desiderano, sperano e soffrono...tutto per un posto di lavoro e per poter vivere con le proprie risorse, il proprio stipendio, le proprie forze...

...tutto questo succede soltanto in Italia...ma nonostante tutto c'è ancora chi sfrutta i mass media per parlare di BAMBOCCIONI...come no, esisteranno anche...ma dal Governo non arriva nessun supporto...anzi soltanto sfruttamento...

Caro Blog ReMediAtion ti prometto che non "uscirò più dai binari"...la prossima volta parliamo del nostro amato Web...promesso...

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro Mauro, a proposito di stage e precari, ti segnalo un gruppo su Facebook: "Offresi Laurea inutilizzabile...per mancanza di lavoro". Tutto nasce dalla provocazione lanciata su Internet da un giovane laureato in architettura..ecco il link per iscriversi

http://www.facebook.com/group.php?gid=158977324115290&ref=mf

Settilio Mauro Gallinaro ha detto...

Ciao Anonimo...la prossima volta prova anche a firmarti!

Grazie per il link...l'ho già condiviso con i miei contatti di facebook. Il gruppo è stato creato da Gennaro Capodanno, noto blogger nonché Presidente de "Valori Collinari" di Napoli. Grazie ancora e alla prossima...

Alberto ha detto...

Caro Mauro complimenti per il post, ho visto che lo hai condiviso anche su facebook. Il governo dovrebbe dare il buon esempio, soprattutto in periodo di grande crisi, non assumendo il comportamento di tante aziende che cercano personale da sfruttare, di fatto giustificandole.

ps. personal news - ho visto il blog che mi hai segnalato per l'em sense.Devo dire che avevi ragione, molto originale e carino, ha soltanto bisogno di un po' di attenzione e di promozione in più. Saluti

Ilaria ha detto...

E'sempre la stessa storia! Paghiamo l'esperienza, il nome da spendere nel Cv che equivale alla vecchia raccomandazione! Ma come potremmo fare diversamente? Come cambiare il sistema?

Settilio Mauro Gallinaro ha detto...

non possiamo cambiare il sistema...l'unica cosa che si può fare è credere in sé stessi e "vendersi" meglio alle aziende quando ci ci si presenta attraverso cv o colloqui.

In realtà ci sarebbe anche un'alternativa...certo più complessa...ma di sicuro più piacevole e ambiziosa: si chiama "self made man/woman" ed è di moda negli USA...fare da soli, credere nelle iniziative personali...investirci tempo, passione e tanta tanta fiducia (il mio self made man si chiama CommunicaTeam).

La terza via è "arrendersi" e attendere che arrivi qualcuno tra le stanze del Parlamento che provi a rivedere questa benedetta legge Biagi...

Luna Park ha detto...

Allora ti faccio un grande in bocca al lupo per la tua "Communica Team"!

Alberto ha detto...

si self made man, ma tu guarda questo esaltato! dai che una mano te la sto dando anche io.

Ehi socio ne approfitto per farti un grandissimo in bocca al lupo per giovedì. Vedrai, sarà il giorno più importante della tua vita, umana e professionale. Aspetto tue notizie con ansia.