Anche la Rai si apre alla blogosfera

Finalmente anche la Rai ha scoperto il mondo Web 2.0.
La redazione del TG1 della tv pubblica non solo ha rifatto il look al suo
sito, ma ha integrato alle solite e tradizionali applicazioni forme di interattività inaspettate con i fruitori del telegiornale italiano più seguito. Come dire: meglio tardi che mai...
aaa
Oltre ad una sezione dedicata alla fruizione di servizi già diffusi in tv, il portale offre la possibilità ai suoi utenti di vedere in versione integrale interviste e reportage "tagliati" dal palinsesto informativo tradizionale o mandati in onda in formato ridotto.
aaa
Ma la vera novità sta nella pubblicazione sul sito di quattro blog che andranno ad arricchire il già consistente esercito di professionisti dell'informazione della blogosfera . In questo caso si sono cimentati nell'esperienza il direttore
Gianni Riotta, oltre ai giornalisti Roberto Olla e Giovanna Rossiello. Non fa testo invece la rinnovata avventura di Pino Scaccia, già "storico" giornalista-blogger, anzi warblogger.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

certo che la Rai si è affidata a giornalisti di spessore! Vada per il direttore Gianni Riotta e il grande Pino Scaccia...ma gli altri due chi sono?

Paris ha detto...

Ciao remediation...ti segnalo che il sito della Rai presenta molti problemi di caricamento! La sezione Podcast soprattutto impiega una vita per aprirsi!

Anonimo ha detto...

Ho letto i recenti post del blog di Pino Scaccia; per carità, interessanti, interessantissimi, ma un layout così (dimensioni dei caratteri minime e interlinea meno che singola) risulta di difficile lettura